Una specie di scrutatore non votante

Anche oggi ho votato a delle elezioni per cui non ho fatto campagna elettorale e non voterò alle elezioni per cui ne faccio.

Se tra un governo e un altro al Parlamento avanzasse un po’ di tempo per approvare la legge sulla cittadinanza, ferma da più di un anno al Senato, sarebbe molto carino. Altrimenti, passatemi l’ironia, va bene lo stesso: continueremo a partecipare alla vita democratica di questo Paese così come abbiamo fatto in tutti questi anni.

Nel frattempo ho votato per i socialdemocratici alle elezioni politiche in Romania, così almeno nei prossimi anni qualche governo da mettere in minoranza in Europa ci sarà ancora.