Lorenzin, dimettiti.

Deve esserci una specie di competizione tra i ministri del Nuovo Centrodestra su chi colleziona il maggior numero di strafalcioni.

Pur rimanendo comunque Alfano il vincitore assoluto -il caso Kazakstan credo batta tutto e tutti- nelle ultime settimane la Ministra della Sanità, Beatrice Lorenzin, ha dato il meglio di sé. Prima la campagna comunicativa che, pur dandosi il nobile scopo di informare sulle cause dell’infertilità, colpevolizzava le donne e legava la genitorialità ad un non meglio definito dovere nei confronti dello Stato. Una campagna che ha destato molto scalpore nonostante la sua incredibile inefficienza: è risaputo infatti che il modo migliore per garantire l’aumento delle nascite nel nostro Paese è la sistematica violazione della legge 194, che infatti la Ministra sopporta quotidianamente con forza.

Oggi, invece, arriva la campagna a sostegno della razza ariana delle buone abitudini necessarie ad uno stile di vita sano e contro  i comunisti, i negri e i drogati l’uso di alcol e droga.

Domani, siccome è il Fertility Day, ci vediamo in piazza di Spagna, dalle ore 10.00, per dire alla Lorenzin che siamo in attesa delle sue dimissioni, che vogliamo essere messi nelle condizioni di poter pensare se fare un figlio o meno e che non vogliamo vedere mai più pubblicità “progresso” razziste finanziate con denaro pubblico.